RUBRICHE

Giampiero Frasca

(dis)Sequenze

Sono diverse le sequenze in cui James Wan, in The Conjuring - Il caso Enfield, dimostra la sua ormai nota abilità come regista di genere, ma due più di altre meritano un momento di riflessione. Nel...

Luca Malavasi

Malatempora

Grazie, ma tra comunismo e capitalismo, scelgo il cinema, e sempre lo sceglierò. Una fede che s’inceppa, certo, come rivela il monologo finale del centurione interpretato da Baird Withlock (Georg...

Pier Maria Bocchi

Bocconi prelibati

La critica contemporanea, corteggiata dalla diabolica democraticità del gusto e dell’opinione che abita sul social network, incorre in numerosi errori di prospettiva. Fra gli altri, quello di continua...

Federico Pedroni

synecdoche

Abe Lucas (Joaquin Phoenix) è uno stropicciato professore di filosofia che approda, come una barca in rada dopo una tempesta, nell’università di una cittadina del Rhode Island: ambiente ridente e libe...

Anton Giulio Mancino

Il cinghiale bianco

Che strana impressione, un po’ macabra, oltre che triste, suscita il fatto che l’ultimo film, in tutti i sensi, di Claudio Caligari, Non essere cattivo, come stabilito lo scorso 28 settembre, sia il c...

Fabrizio Tassi

The Front Page

Nell'epoca in cui “si può vedere tutto”, ci sono sempre più film che nessuno riesce a vedere. Film piccoli e preziosi, film di ricerca o fuori dai canoni (per stile, contenuto, idee), film “fra...

Giampiero Frasca

Sangue, proiettili e ottani

Sangue e proiettili. Ultimo atto. Fin da quando esiste, ossia da due anni, la rubrica si è spesso lamentata dell'inconsistenza (numerica e artistica) del western del dopo-Spietati. Forse lament...

Lorenzo Pellizzari

L'altra faccia delle lune

Si apre la XXV edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e quasi subito esplodono le polemiche. «L’esperimento di Chiarini [direttore della Mostra dal 1963] procede imp...

Tina Porcelli e Fabrizio Liberti

Il film che...

Londinese lui, napoletana lei. Due artisti tra teatro e cinema. Lei si imbatte in un suo testo e gli manda una mail. Si scrivono per qualche tempo, s'incontrano, s'innamorano e infine si s...

Francesco Giai Via

Linea cinetica

Dopo l'intervista con Panini Comics legata al progetto Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores, prosegue su Linea cinetica l'esplorazione del rapporto fra editori italiani di fumetti e po...

Roberto Manassero

Affinità selettive

La madre, non la mamma, o per lo meno non all’inizio del viaggio. La madre come appiglio dell’identità, come origine della vita, soprattutto origine del linguaggio che dà un senso al mondo, che lo fer...

Emilio Cozzi

E mo' so' Cozzi

Alla fine, si dirà, Clint s'è svelato. Ultra nonno e ora bollito, ha sfogato il suo conservatorismo repubblicano nella celebrazione del patriottismo a stellestrisce più bieco, incarnato nel mirino...

Bruno Fornara e Fabrizio Tassi

Ping Pong

Dura davvero tanto il nero, dopo quel piano lungo nel cimitero di notte (1h 33'), l'orizzonte basso costellato di lapidi, il fuoco al centro, piccolo, ostinato, una chiesetta sulla sinistra, u...

Federico Gironi

Pensieri oziosi

Più noiosi di quelli che parlano de La grande bellezza come della nazionale di calcio, solo quelli che criticano chi parla de La grande bellezza come della nazionale di calcio. Più noiosi di quelli...

Roberto Chiesi

France, l'exception

La percezione che lo spettatore italiano ha del cinema francese, è tradizionalmente falsata dal numero esiguo di titoli che la distribuzione nostrana diffonde nelle sale. Qui si apre l'eterno d...

Adriano Piccardi

Détours

Llewyn Van Ronk Davis sta per uscire dal Gaslight Cafe, questa volta in tempo reale, a compimento del destino che il flash forward iniziale del film ha stabilito per lui: lo aspetta fuori il «suo amic...

Roberto Chiesi

Le immagini ritrovate

Prima alla Mostra di Venezia, poi nelle sale e nelle librerie (oltre, naturalmente, ai soliti scaffali dell'home video), il cinema di Luchino Visconti è stato recentemente privilegiato dalle attiv...